Come funzionano i test per scoprire il proprio talento?

test a scuola

La rete è piena di test per scoprire il proprio talento: ma come funzionano davvero questi giochi per scoprire il talento nascosto? Dipende dalla personalità

Spesso non è facile riconoscere davvero il proprio talento, soprattutto quando non è si crede molto in sè stessi. Spesso si fatica a riconoscere qualcosa che ci piace come un nostro vero talento. Per questo, non di rado, si cerca di farsi dare dall’esterno alle nostre domande una risposta che non abbiamo. E le possibili risposte, più o meno serie, non mancano. Dimmi in che tazza bevi e ti dirò chi sei. O ancora, qual è il tuo pianeta preferito? Scoperto quello saprai chi sei davvero. La rete (e prima le pagine dei giornali più leggeri e di consumo sono pieni di questi simpatici test, che pretendono di conoscerci infilando una dietro l’altra una serie di domande apparentemente con nessuna attinenza col concetto di talento. Prevedono, di solito, una scelta tra opzione curiose, che a volte fanno immaginare o credere che chi li ha stilati abbia poteri paranormali, o capacità in certo modo magiche. In realtà, non è certo così. Esiste una spiegazione del tutto coerente e scientifica dietro ai test per scoprire il proprio talento formulati nel modo più corretto ed efficace. Volete scoprire quale?
 

Il segreto dei test per scoprire il proprio talento: la personalità

Nessun potere magico: il segreto dei test per scoprire il proprio talento esiste: si tratta di test che analizzano la personalità. Dal punto di vista tecnico, secondo tuo benessere.it, come La personalità è generalmente definita come “l’insieme dei modelli esclusivi di pensiero, emozione e comportamento che caratterizzano una persona. E’ un concetto tutt’altro che semplice, al punto che la stessa comunità scientifica non ha un parere unanime circa il suo funzionamento”. Più semplicemente, la personalità è l’insieme delle caratteristiche, delle attitudini di ciascuno, che si riflettono nei gusti e nelle percezioni. Quello che – a prima vista – ci colpisce, denota qualcosa di quello che siamo proprio perchè il pensiero non porta sovrastrutture.

E quello che ci piace può suggere il nostro talento nascosto. Non tanto in modo diretto, perchè non è detto che si sia molto bravi a fare qualcosa che ci piace. I nostri gusti, però, raccontano spesso un modo in cui ci rapportiamo alla vita, la nostra postura nei confronti delle cose. E questo può, effettivamente, avere a che fare con il talento. Quest’ultimo infatti, dovrebbe avere a che fare con il contesto o l’abilità in cui possiamo dare il meglio di noi. Anche perchè, senza benessere psicoemotivo, è molto più difficile mettere in campo quella dedizione e costanza nel perfezionamento che il talento richiede.
 

Qual è il meccanismo dei test per scoprire il proprio talento

Una volta capito che i test per scoprire il proprio talento in genere indagano la nostra personalità, resta una domanda: come funzionano i test per la personalità? Esistono, spiega Tutored.me, due tipologie di test, in generale. Quelli forse più noti sono i test a risposta massima: sono i testi in cui i candidati sono chiamati a dare il meglio di sè, a valutano obiettivi raggiunti oppure specifiche qualità. Sono test di prestazione massima tutti quelli in cui esistono risposte corrette alle domande, in cui si raggiunge un punteggio massimo. Sono di questo tipo tutti quei test che hanno a che fare con il profitto, con la competizione, con la dimostrazione di conoscenze e tutte le forme di verifica dell’apprendimento.

I test che analizzano la personalità, invece, fanno parte dei cosiddetti, test a risposta tipica. Questo tipo di test cercano di identificare, attraverso una risposta, alcune caratteristiche o atteggiamenti. In questo caso, non esistono risposte corrette, bensì risposte eloquenti. Le domande, in realtà, non interrogano, ma descrivono una specifica inclinazione verso un “oggetto sociale”, cioè un dato che è condizionato dal contesto o un comportamento in relazione agli altri. Quello che viene valutato, quindi, è quanto chi compila il test sia in accordo con una determinata affermazione, quanto spesso o con quale intenzione tu svolgi un determinato compito o ti poni in un certo contesto. Per questo, questo genere di test non sono strutturati su risposte secche ma piuttosto sul collocarsi, a spanne, dentro uno spettro.

Il risultato è quindi poi dato dal punto di equilibrio tra diverse componenti della nostra personalità. Ecco come funzionano i test per scoprire il proprio talento. Osservandoci come se fossimo fuori di noi, equilibrando i diversi componenti delle persone che siamo. Ogni personalità, poi, ci indurrà a percorrere una strada piuttosto che un altra. Ed ecco che, se non altro a grandi linee, avremo individuato l’ambito di sviluppo del nostro talento. Semplice no?

 

Contattaci per una Consulenza di Orientamento sul Potenziale


Grazie a TalentUS, è possibile sciogliere i dubbi chiedendo una “Consulenza di Orientamento sul Potenziale del Talento” per il proprio figlio.

TalentUS è la prima e unica piattaforma che ti mette subito in contatto con un esperto del talento per ricevere un consulto professionale.

Che aspetti? Prenota ora la tua consulenza di orientamento.

Compila il form per richiedere una prima Consulenza di Orientamento.

     

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *