Il talento di Roger Federer

L’annuncio del suo ritiro, il 15 settembre 2022 forse è stato per tanti, distratti, inaspettato. Per i tifosi più accaniti inevitabile ancorché estremamente doloroso, persino difficile da accettare. Un evento planetario, in ogni caso. Ma se il talento è un mix di caratteristiche intrinseche e volontà che si sviluppa con il tempo, non scemando, il corpo risente purtroppo dell’usura e del correre delle stagioni. Lo sport è uno degli ambiti più logoranti per l’essere umano in tal senso. Lo sport da, toglie, restituisce in termini di successo e poi, infine, chiede il conto a chiunque, soprattutto ai grandissimi campioni. E Roger Federer, del tennis, è stato uno dei signori degli ultimi 25 anni. Longevo e quasi sempre all’altezza delle aspettative, almeno quando e fino a che la natura lo ha permesso. Il talento di Roger Federer comunque non verrà mai meno, in quanto atleta e modello per le future generazioni. La sua figura difficilmente verrà oscurata anche se i suoi rivali di sempre, ancora attivi, sono pronti a carpirne lo scettro morale. Anche se nuovi virgulti stanno già sgomitando sotto traccia e saranno sempre sul punto di sbocciare.

Perché il talento è un seme sì difficile da inquadrare, ma lucido nel depositarsi ovunque a germogliare rinnovante leggende. A benedire successive generazioni paragonandole però sempre anche ad archetipi senza tempo come quelli offerti dal talento di Roger Federer. The Swiss Maestro from Basilea. (Non bisogna dimenticare peró che scrivere una storia lunga e prolifica tanto quanto quella di Roger non necessita solo di numeri semplici, ma prevede la complessità di una vita spesa e vissuta in ogni circostanza al massimo delle possibilità).

Il talento di Roger Federer nei numeri essenziali

  • 20 successi nei singolari del Grande Slam così distribuiti: 8 a Wimbledon, 6 agli Australian Open, 5 agli Us Open, 1 al Roland Garros;
  •  54 successi nei tornei più importanti al mondo, ai succitati vanno aggiunti infatti: 6 ATP Finals e 28 Masters 1000;
  • oltre ad altri trionfi individuali e di squadra, nel 2014 ha vinto la Coppa Davis (la massima competizione mondiale a squadre nazionali del tennis maschile) con la Svizzera;
  • nel 2009 ha completato il Career Grand Slam;
  • 8 i titoli vinti in doppio;
  • un oro, sempre nel doppio, alle Olimpiadi di Pechino 2008;
  • un argento nel singolare alle Olimpiadi di Londra 2012.

Il talento di Roger Federer lungo tutta una carriera

  • Roger Federer nasce a Basilea l’8 agosto 1981;
  • entra nel circuito ATP nel luglio 1998;
  • nel medesimo anno esordisce nel professionismo ed ottiene a Tolosa la prima vittoria della carriera;
  • nel 1999 debutta in Coppa Davis;
  • nel 2001 vince il primo torneo a Milano;
  • il 7 luglio 2003 diventa il primo tennista svizzero a vincere a Wimbledon;
  • la vittoria nell’Australian Open del 2004 lo proietta per la prima volta al vertice della classifica ATP;
  • il 2006 è stato il suo anno più vincente;
  • nel 2009 come sesto atleta della storia riesce ad imporsi in tutti e 4 i tornei del Grande Slam;
  • per stile e duttilità su ogni superficie è unanimemente considerato uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi;
  • con un montepremi di circa 130 milioni di dollari, è il terzo tennista della storia nella graduatoria dei guadagni ottenuti in carriera.

Le rivalità più accese con altri talenti

  • Ma la strada per l’immortalità non è stata priva di fatica, cadute, infortuni e rinascite;
  • la presenza di avversari d’eccellenza ha reso ogni sua vittoria una sfida giocata sia  contro se stesso che contro talenti di una portata altrettanto leggendaria;
  • la rivalità più bella, per rispetto reciproco e sudore gettato sui campi è stata quella con Rafael Nadal (spagnolo classe 1985);
  • i due si sono affrontati spesso nelle finali dei tornei, facendo segnare il record di 9 finali del Grande Slam e 12 di Masters 1000;
  • i confronti diretti vedono Nadal in vantaggio per 24-16 su 40 match disputati;
  • un’altra rivalità degna di nota è quella con Novak Dokovic;
  • nei 50 confronti il bilancio è di 27 a 23 per il serbo classe 1987;
  • l’incontro più lungo disputato tra i due giocatori è la finale di Wimbledon del 2019 (4 ore e 57 minuti): la finale più lunga mai giocata a Wimbledon e la terza nella storia delle finali dei tornei del grande Slam.

“Se hai passione per qualcosa, continua a crederci e circondati delle persone giuste. Non sprecare il talento. Nello sport puoi sempre controllare la mente, il livello di preparazione, l’impegno che ci metti. Se dai il meglio in tutto questo, sarai intanto fiero di quello che hai ottenuto e non ti guarderai indietro con rimpianto”

Roger Federer

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »