Maria De Filippi, i segreti per aver cura di un talento

maria de filippi

Maria De Filippi è la regina della tv italiana, ma è soprattutto una grande scopritrice di talenti. Nessuno come lei può spiegare come accompagnarne uno giovane.

Chiunque possieda una tv – o ne senta anche solo parlare – insomma, chi non viva da eremita entro i confini del nostro paese conosce benissimo Maria De Filippi. Le reazioni nei confronti dei programmi e dei format che ha inventato sono diverse, spesso estreme. Non c’è dubbio, però, che il suo lavoro abbia un impatto importante sul costume italiano. Ma anche sul talento. La sua figura infatti è legata ad alcuni dei più noti spazi televisivi dedicati al talento, soprattutto quello artistico, quando esplode nei più giovani o dove non ce lo si aspetta. Da chi se non lei, allora, si può imparare come accompagnare un talento alla sua esplosione?

Maria De Filippi, le origini di una scopritrice di talenti

Per capire la relazione di Maria De Filippi col talento vale la pena tornare indietro e fare un’incursione nella sua storia personale. De Filippi – per tutti, da anni, amichevolmente Maria – nasce a Milano, come riporta la sua biografia ufficiale, ma cresce a Pavia, dove si trasferisce con la famiglia quando è ancora bambina. Dopo la laurea in legge torna a Milano per lavorare. Ma è nel 1992 che arriva la svolta nella sua carriera, e l’idea che la avvicinerà al concetto di talento.

Quello è l’anno in cui – scrivono da Mediaset – Maria De Filippi inventa, con Alberto Silvestri, Amici. Inizialmente, il programma ha una vocazione più personale, vuole raccontare i ragazzi e la loro realtà. La prima conduzione è affidata a un’altra figura di grande talento, l’attrice Lella Costa. La quale, però, pochi mesi dopo, incinta della sua secondogenita, deve lasciarne il timone. A chi affidare l’idea di Maria? La scelta, alla fine, cade proprio su di lei. E dal 1993 comincia la trasformazione che farà di Amici quello che conosciamo oggi, e lancerà molti talenti rimasti nell’immaginario e non solo.

Di talento – a margine dei molti altri programmi di successo – Maria De Filippi tornerà a occuparsi nel 2010, passando da conduttrice a giurata al tavolo di Italia’s got talent, accanto a Rudy Zerbi e Gerry Scotti fino al 2014. Quell’anno, nello stesso ruolo e con la stessa squadra (a cui si aggiunge Mara Venier) comincia invece Tu si que vales. Insomma, dove c’è lei, di talento si parla molto. E la sua storia stessa racconta che ci vuole talento per creare uno spazio per farli emergere. E ostinazie perchè le visioni fioriscano.

Che cos’è il talento secondo Maria De Filippi?

Grazie a Maria De Filippi, di talenti ne conosciamo molti. A lei devono la sua carriera cantanti e artisti che lei ha avuto il merito di notare e aiutare a credere in se stessi. Un compito che – ha confidato in un’intervista – oggi non è semplice, anche per via di certi usi di internet. I giovani più in gamba infatti ne sono condizionati e prestano molta attenzione soprattutto ai giudizi negativi. Ma allora, nel tempo dei social, cos’è davvero il talento? Secondo lei: “Con il talento ci nasci, nella sostanza, poi la capacità di renderlo unico dipende da te, perché è molto facile arrivare a un successo ed è molto difficile mantenerlo. Se tu segui una moda, puoi diventare una bomba nel periodo della moda, ma poi è finita lì insomma. Cambia la moda cambi tu”.

E lei di tempo ne ha visto passare, mode cambiare. Ma molti sono i talenti che hanno ribadito spesso che a Maria De Filippi devono, se non tutto, molto. Il concetto di talent show, infatti, che per prima ha sdoganato in Italia e portato alla ribalta, è infatti importante. Non c’è dubbio che per molti giovani che non vedevano un modo di sfondare abbia rappresentato una preziosa occasione per far notare le proprie qualità

Maria De Filippi protegge i talenti

I nomi noti usciti dallo spazio in cui Maria De Filippi ha accompagnato di più i talenti, da oltre vent’anni, Amici, sono ormai diversi. Tra i cantanti basta citare Emma Marrone, Alessandra Amoroso e Annalisa, artiste e talenti che hanno saputo restare e fare strada nel tempo. Ma hanno dichiarato di esserle grati anche artisti che vengono da altri talent, ma che in lei hanno trovato un’esperta di talento disposta a credere nel loro: ad esempio, Michele Bravi.

Maria De Filippi ha dichiarato che per lei è fondamentale il legame umano coi giovani talenti che nota e a cui procura spazio. Perchè, ha dichiarato in una intervista: “Apparire in tv può creare confusione nella mente di un ragazzo ed io cerco di proteggerli soprattutto dalla conseguenze della notorietà improvvisa. Ed è giusto che io dia un po’ di spiegazioni e protezione a chi si sente confuso”. 

Essere attenta ai talenti in formazione è fondamentale, ed è una cosa che Maria De Filippi fa con successo da ormai vent’anni. Un’esperienza che ha indotto molti a considerarla una vera e propria talent scout. Quando glielo dicono, però, lei si schermisce:  “Non lo sono. Io ho semplicemente avuto la fortuna di poter fare trasmissioni come Amici che durano da tanto tempo. E credo sia normale che in tutto questo tempo nel programma si siano susseguiti ragazzi con un grande talento poi riconosciuto”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »