Il talento nella fisica che (forse) non conoscete: Rosalind Franklin
1294
post-template-default,single,single-post,postid-1294,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
talento nella fisica

Il talento nella fisica che (forse) non conoscete: Rosalind Franklin

Talento e scienza stanno insieme più spesso di quanto non si creda: ma le storie di talento, non sempre passano alla storia come meriterebbero. Conoscete il talento nella fisica di Rosalind Franklin?

Se vi dico DNA, a cosa pensate? Sicuramente vi viene in mente la famosa struttura a doppia elica con cui magari avete anche giocato da piccoli, se siete freschi di studio vi potreste sforzare a ricordare i nomi delle quattro proteine (se ve ne manca una, come i sette nani, sono citosina, guanina, adenina e timina). Se siete appassionati di storia probabilmente vi viene in mente anche una celeberrima foto in bianco e nero in cui due buffi signori mostrano la famosa struttura con una bacchetta. Sono, secondo la storia, i due scopritori della doppia elica del DNA. E se vi dicessi che, invece, questa scoperta si deve a una donna? Non una qualsiasi, forse il talento nella fisica più importante del suo tempo: scienziata Rosalind Franklin. La conoscete?

 

Chi era Rosalind Franklin, il talento nella fisica è precoce

Rosalind Franklin nacque a Londra il 25 luglio 1920. Il padre vorrebbe che facesse un mestiere femminile, e che si dedicasse ad attività “conformi” al suo genere, come la filantropia. Ma lei, a 16 anni ha già le idee molto chiare su quale sarà il suo futuro. Vuole fare la scienziata.
E in effetti, anche una società violentemente maschilista come quella in cui cresce deve riconoscere il talento nella fisica della giovanissima Rosalind. Entro i trent’anni, dopo laurea e dottorato, si è trasferita a Parigi, dove si è specializzata in rifrazione ai raggi X. Qui, il talento nella fisica della dottoressa Franklin viene riconosciuto e apprezzato, e si impone non solo come un vero talento, ma come una delle menti migliori di quegli anni. Una donna, anche, determinata e ambiziosa, caratteristica che a molti uomini non andrà giù.

 

Il talento nella fisica cambia la storia: la fotografia 51

Non sarà altrettanto benvoluta, soprattutto, quando negli anni Cinquanta deciderà di tornare a Londra: ma c’è un buon motivo, anzi, un’occasione imperdibile: lavorare sulla struttura del DNA, la scoperta del secolo. Per questo, Franklin accetta di lavorare come associata al King’s College a Cambridge. Le sue capacità, però, e soprattutto il suo carattere, diventano un’arma contro di lei. Maurice Wilkins, il titolare del progetto, è un principiante nella rifrazione ai raggi X, ma pretende che l’esperta cristallografa condivida con lui tutti i suoi studi.

Anche, e soprattutto, la tecnica che riesce a mettere a punto: un sistema per fotografare le parti costituenti dei materiali inanimati e degli esseri viventi.
Grazie al suo talento, Rosalind Franklin ha trovato il modo per rendere evidente quello che allora si poteva solo immaginare: la forma del DNA. Si scopre così la doppia elica, che Franklin fissa in un’immagine storia, la cosiddetta fotografia 51. Una scoperta rivoluzionaria, compiuta a trentun anni, in un contesto misogino in cui il talento della dottoressa Rosalind Franklin diventava invece il brutto carattere della “terribile e bisbetica Rosy”, che si permetteva di trattare i colleghi maschi alla pari e anzi con superiorità.
Da quel laboratorio, la dottoressa Rosalind Franklin,  se ne andrà, ma il suo talento le costerà la vita: morirà a 37 anni, per un tumore causato dalle radiazioni a cui aveva dedicato tutti i suoi studi.

 

Il furto del secolo al talento nella fisica

Vi state chiedendo perchè, se la scoperta di Frankin è stata così importante, la storia non la ricordi? Presto detto. A scuola, quando ci hanno spiegato il DNA, hanno fatto due nomi: Watson e Crick. Perchè?
Anche James Watson e Francis Crick lavoravano sulla forma del DNA negli anni in cui lo faceva Franklin. Ma come hanno fatto a venire in possesso della foto, fondamentale per completare il lavoro? La storia non è certa. C’è chi parla di un furto da parte di uno dei due, chi invece sostiene che sia stato Maurice Wilkins, infastidito dal talento della “dark lady” Franklin a passare a Watson e Crick il prezioso documento.

Sta di fatto che fu grazie alla fotografia 51 che Watson e Crick poterono mettere a punto e poi presentare la struttura del DNA come la conosciamo, e vincere il Premio Nobel. (A Watson, nel 2019 furono poi revocati i titoli, per aver sostenuto che il DNA dimostrasse la superiorità dei bianchi sui neri).
Il Premio è del 1962, e Rosalind Franklin era già morta da qualche tempo: il Nobel può essere assegnato solo a persone viventi, ma da allora nessuno, per decenni, ha mai attribuito a Franklin i riconoscimenti che con il talento nella fisica ha dimostrato, o le ha reso i meriti che la sua fondamentale scoperta avrebbe meritato. Fino a tempi recenti, anzi, il suo talento e la sua storia è stata del tutto rimossa.
E voi, conoscevate la storia di questo straordinario talento nella fisica?

 


 

Contattaci per una Consulenza di Orientamento sul Potenziale


Grazie a TalentUS, è possibile sciogliere i dubbi chiedendo una “Consulenza di Orientamento sul Potenziale del Talento” per il proprio figlio.

TalentUS è la prima e unica piattaforma che ti mette subito in contatto con un esperto del talento per ricevere un consulto professionale.

Che aspetti? Prenota ora la tua consulenza di orientamento.

Compila il form per richiedere una prima Consulenza di Orientamento.